Consigli per piantare il prato: come scegliere le sementi giuste

Consigli per piantare il prato

Il sogno di ogni amante del verde è quello di avere un perfetto prato all’inglese da far invidia ai nostri “vicini” di oltre Manica. Per poter realizzare un perfetto manto erboso occorrono però alcune attenzioni che possano permettere all’erba di crescere sana, rigogliosa e in maniera uniforme. Prima di tutto è importante sapere che non tutti i giardini sono uguali, occorre quindi focalizzarsi sulla tipologia di prato da coltivare, dall’umidità della zona interessata, dalla tipologia del terreno e la sua esposizione al sole e al vento.

Se siete alle prime armi e volete realizzare un prato visivamente appagante con il minimo sforzo, la cosa migliore da fare è quella di rivolgersi a degli esperti del settore che possano consigliarvi delle sementi adatte allo scopo che desiderate raggiungere, tra i tanti vi consiglio il Garden Bedetti Shop. Generalmente i vivaisti optano per dei mix di semi di loietto, poa e destuca. Degli ottimi prodotti sono commercializzati dai brand Blumen, Bottos e Baranbrug.

Seminare un prato significa prima di tutto conoscere le condizioni climatiche della zona in cui si abita, da questa presa di coscienza infatti si potrà studiare la semente più adatta per evitare degli errori grossolani che potrebbero compromettere la realizzazione dell’intera coltura. Molte persone pensano, erroneamente, che la pessima riuscita di un appezzamento di terra dipenda dalle operazioni di concimazione, taglio, irrigazione e disinfestazione da piante infestanti, in realtà invece tutto dipende dalla preparazione sbagliata del terreno scelto e della relativa semente utilizzata. Le caratteristiche ideali del terreno che bisogna tenere in considerazione per permettere il buon sviluppo di un manto erboso sono la sua porosità, la sua fertilità e il suo drenaggio.

Dal punto di vista climatico, i migliori risultati si riescono a raggiungere quando le coltivazioni avvengono in luoghi con temperature tra gli 8 e i 16 gradi. Un altro elemento da tenere bene in considerazione all’atto della scelta della semente è l’utilizzo che si desidera fare del prato, delle aiuole intensamente calpestate dovranno avere una foglia più robusta rispetto a quelle scarsamente camminate.

Blumen è senza ombra di dubbio il marchio leader a livello italiano delle sementi, la recente acquisizione del gruppo Henkel non ha fatto altro che accrescere il proprio prestigio, consentendo di commercializzare dei mix di semi di prima qualità. All’interno di queste confezioni è facile trovare delle piantine che riescono a resistere molto bene all’usura, la zoysia japonica per esempio risulta particolarmente adatta a terreni non propriamente fertili ed esposti al sole, un altro buon esempio può essere dato dalla cynodon dactylon, altrimenti conosciuta come gramigna, da pianta infestante, se presa singolarmente può infatti andare a creare un mando erboso visivamente piacevole.

Un altro marchio molto conosciuto nell’ambito del giardinaggio è rappresentato dalla ditta Bottos, i preparati delle sementi di questo brand infatti riescono ad arginare il problema dei continui rinfoltimenti e consentono una prima semina resistente e duratura.
L’azienda Barenbrug rappresenta un’ottima alternativa ai due marchi citati precedentemente, sia in termini di rapporto qualità/prezzo, sia per quanto riguarda la resistenza nel tempo.

Dei prodotti di qualità che riescono a combinare un’ottima offerta tra resa e costo sono senz’altro preferibili a miscele più scadenti che ben presto vi faranno ritrovare nella condizione di rinfoltire o riseminare totalmente il manto erboso. Oltre a porre particolare attenzione alla qualità del seme, tutte le aziende citate offrono una serie di prodotti specifici studiati per conservare inalterato l’aspetto salubre del vostro prato. Sono numerosi i prodotti presenti sul mercato che riescono a venire incontro alle esigenze della clientela più difficile da accontentare. I prodotti per la manutenzione ordinaria e straordinaria del manto erboso sono reperibili in qualsiasi garden center o nei vivai più attrezzati, affidatevi sempre a dei professionisti se decidete di volere un perfetto prato inglese, determinate competenze non possono infatti essere improvvisate ma necessitano anni ed anni di esperienza nel settore della botanica. Non dimenticate che per ogni problema esiste una soluzione, non disperate quindi se i vostri tentativi di costruire un giardino perfetto potranno andare incontro a delle disillusioni, sul mercato ci sono innumerevoli prodotti che potranno fare al caso vostro arginando il problema principale e debellandolo alla radice.

(Visited 28 times, 1 visits today)
Condividi:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*